Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

In famiglia...

Sicuramente a molti di voi succederà, quando, tipo per Natale o per Pasqua si fanno dai nonni questi megaraduni di famiglia, dove ci sono gli zii, le zie, tutti i cugini che non vedi dalla festività precedente, fratelli, sorelle e chi più ne ha più ne metta. Chi può negare che siano dei bellissimi momenti? Abbracci, baci, frasi di rito: Come stai!!? Bene grazie.. un po’ stanco, ma bene! Oppure il classicissimo e mai démodé “Non lamentiamoci”. Poi ci si mette a tavola e si comincia a mangiare e chiacchierare, entrambe le cose come se non ci fosse un domani. Molti di voi staranno certamente sorridendo, perché è una cosa che capita veramente a tutti.

 

 

Sì. È successo. In un banalissimo pomeriggio di metà settembre. Questa famiglia era almeno un paio di mesi che non si incontrava. Certamente, ogni tanto si chiamavano per aggiornarsi sulle novità, ma pochi minuti e poi di corsa a riprendere la folle corsa in eterno ritardo, in questo mondo che corre sempre più veloce.

Insomma dicevo, si sono incontrati. Si sono abbracciati, si sono scambiati quelle classiche frasi di rito e poi si sono messi a tavola. No no no no! Non per mangiare! Oddio sì, hanno anche mangiato, quella è una cosa che non manca proprio mai. Ma si sono messi ad un tavolo per raccontarsi questi ultimi mesi, e soprattutto per cominciare a progettare i prossimi.

Sì, avete capito. Ieri il consiglio regionale ha cominciato a progettare l’anno fraterno ormai alle porte, con grandissimo entusiasmo, felice di rivedersi dopo un’intensa quanto ricca estate, felice di raccontarsi alcune magnifiche novità, felice di poter condividere con gli altri alcune difficoltà che la vita inevitabilmente ci pone lungo il cammino. Perché si sa insomma, condividere fa bene.

Ed eccoci, prontissimi a ricominciare per costruire insieme il nostro cammino, per continuare a scrivere questa particolare storia, dove tutti sono protagonisti, dove tutti sono fratelli. Dove tutti sono figli. Di un Dio che ci ama. Da morire!

Allora, per il raduno di famiglia, quello al gran completo, ci troviamo tutti, ma proprio tutti, il 5 ottobre, a San Romano! Per l’assemblea di inizio anno fraterno. Sì perché ai raduni di famiglia non può mancare nessuno. Perché non è possibile scrivere una storia senza il protagonista. Senza te.

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: