Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Apriamo i nostri sepolcri!

Intanto Gesù, ancora profondamente commosso, si recò al sepolcro; era una grotta e contro vi era posta una pietra. Disse Gesù: «Togliete la pietra!». Gli rispose Marta, la sorella del morto: «Signore, già manda cattivo odore, poiché è di quattro giorni».Le disse Gesù: «Non ti ho detto che, se credi, vedrai la gloria di Dio?».Tolsero dunque la pietra. Gesù allora alzò gli occhi e disse: «Padre, ti ringrazio che mi hai ascoltato. Io sapevo che sempre mi dai ascolto, ma l'ho detto per la gente che mi sta attorno, perché credano che tu mi hai mandato».E, detto questo, gridò a gran voce: «Lazzaro, vieni fuori!».Il morto uscì, con i piedi e le mani avvolti in bende, e il volto coperto da un sudario. Gesù disse loro: «Scioglietelo e lasciatelo andare». (Gv, 11, 38-44)

 

Cari fratelli e sorelle Buona Pasqua a tutti voi!

In questo giorno così importante per la nostra fede, il Signore veramente faccia aprire i portali del nostro cuore alla Gioia della Sua Resurrezione.

In questo giorno Santo la tristezza, la paura, il peccato, la nostra debolezza non turbino il nostro animo perché la Morte è stata vinta, è stata inchiodata al legno della Croce.

In questo giorno mandiamo via quella pietra che che ci rinchiude nei nostri sepolcri, mandiamo via quel masso che ci attanaglia nei nostri piccoli cantucci, che ci incatena negli angoli bui del nostra vita, che ci fa essere dei “morti viventi”: usciamo fuori!

Usciamo fuori nelle strade della nostra vita quotidiana con le sue difficoltà e contraddizioni, usciamo fuori dalla nostre depressioni che ci ripiegano in noi stessi, usciamo fuori dai nostri egoismi per aprirci all'altro cingendoci il grembiule e lavandoci i piedi.

Usciamo fuori per camminare con Lui al nostro fianco, anche verso i Calvari della nostra vita, ma consapevoli del Regno glorioso che ci aspetta!

Apriamo quindi i sepolcri del nostro cuore! Non dobbiamo avere paura! Facciamo entrare la Grazia nella nostra vita! Il Signore ci accompagnerà portando la nostra Croce, dobbiamo fidarci! Il Signore ci strapperà dalle morti quotidiane, ci pescherà dagli angoli bui in cui ci rifugeremo.

Allora come Lazzaro, anche se bendati e sporchi dei nostri limiti e peccati, cammineremo nelle strade, radiosi perché risorti, vivi perché viviamo da risorti davvero, spezzati perché ci offriamo.

Allora la salita diventa discesa dolce, il nostro viso sarà radioso e ogni giorno sarà un dono: anche oggi Cristo è risorto per me!

Pace e Bene!!

Marcello

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: