Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Ecco perché Gesù guarì la suocera di Pietro!

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Lucignano

V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

Dal Vangelo secondo Marco 1, 29 - 39

In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». 
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

 

Il vangelo di questa domenica è diviso in due momenti. Nel primo momento Gesù entra nella casa di pietro, dove trova la suocera di Pietro malata; "e subito gli parlarono di lei" Gesù la prese per mano e la fece alzare. La fede dei familiari fa sì che Gesù la guarisca e lei ricambia questo gesto d'amore mettendosi al servizio della famiglia ristabilendo così i rapporti familiari che sono dettati dall'amore e dal dono reciproco.

Nella seconda parte Gesù, stanco, si ritira alla chitichella (state tranquilli è italiano) in preghiera per stare solo con il padre e questo ci fa capire che ogni uomo ha bisogno di curare il proprio rapporto personale con Dio. Pietro protestando dice a Gesù "Tutti ti cercano" e Gesù nella sua risposta fa capire che non è venuto per essere considerato un fenomeno da baraccone o un supereroe, ma per fare la volontà del padre, instaurando il suo regno d'amore e di comunione: tra Dio e gli uomini e gli uomini tra loro.

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: