Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Non affannatevi!

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di San Romano

VIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 Dal Vangelo secondo Matteo 6, 24-34

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: 

«Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza.
Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? 
Guardate gli uccelli del cielo: non séminano e non mietono, né raccolgono nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non valete forse più di loro? E chi di voi, per quanto si preoccupi, può allungare anche di poco la propria vita? 
E per il vestito, perché vi preoccupate? Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora, se Dio veste così l’erba del campo, che oggi c’è e domani si getta nel forno, non farà molto di più per voi, gente di poca fede? 
Non preoccupatevi dunque dicendo: “Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?”. Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno. 
Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. 
Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena».

 

In questa domenica Gesù ci dice "non affannatevi" che potremmo tradurre con un termine oggi così tanto sdoganato:

ANSIA. Ansia per il nostro futuro, ansia per una tesi che si allontana sempre di più o per un lavoro che sembra

impossibile da trovare, ansia di fallire nella vita o nelle relazioni, ansia di non saper prendere la decisione giusta e di

sbagliare. Un'ansia che, come molte vignette ormai ci ricordano, è diventata nostra compagna di cammino e che

spesso ci ingurgita completamente camminando lei sulla strada della nostra vita. Quanto tempo sprechiamo a pensare

al domani, proiettati in un futuro incerto che non ci permette, invece, di vivere pienamente il tempo che abbiamo a

disposizione, di godere delle occasioni che ci sono poste davanti e delle persone che ci accompagnano: viviamo

sempre guardando oltre, impauriti e sfiduciati, facendoci scorrere sotto il naso una quantità immensa di bellezza!! Gesù

non ci invita a vivere una vita bivaccando o driblando i nostri problemi, ma ci invita ad affrontare ogni giorno, con le sue

gioie e le sue preoccupazioni, senza caricarci e angosciarci anche delle preoccupazioni del futuro poichè "il domani

avrà già le sue inquietudini"..se pensiamo a tutti i problemi possibili del nostro futuro l' ansia ci viene per forza!!..allora

proviamo a pensare solo ad oggi, al tempo che stiamo vivendo..forse così ce la possiamo fare!! Sembra facile eh?? Per

niente!! Ecco che Gesù ci viene incontro..ci dice di fidarci, di affidarci senza freni e misure al suo Amore che è talmente

grande da sfamarci e nutrirci.. Gesù ci dice di provare a spostare il focus della nostra vita.. dobbiamo provare a

spostare lo sguardo dai nostri piedi, alzando la testa per cercare il Regno di Dio, per non essere più ripiegati su noi

stessi a cercare con le sole nostre forze una soluzione a tutto quello che ci potrebbe capitare facendoci travolgere

dall'ansia e dalla tristezza, ma di fidarci di un Dio che sa quello di cui abbiamo bisogno, che cerca per noi il cibo più

buono e il vestito più bello.. Credo però ci sia una grande provocazione oggi in questa Parola..la fiducia totale

nell'Amore di Dio implica che non debba gestire la mia vita come voglio, che mi debba fidare di Lui e non sistemarmi le

cose come io credo meglio, lamentandomi e piangendo quando non vanno secondo i miei piani...ma riesco davvero a

rinunciare all'organizzazione maniacale di ogni attimo della mia vita riconoscendo in Dio il vero "leader" ??

Buona Domenica!

Martina

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: