Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Il coraggio di essere beati

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Pisa

IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 Dal Vangelo secondo Matteo 5,1-12

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».

 

Gesù in questo vangelo pronuncia le beatitudini, esse sono le linee guida che da per raggiungere la felicità . La gioia deve essere la nostra vocazione, il progetto di Dio in noi è quello di raggiungere una gioia vera, tangibile. In questo vangelo Gesù sembra esaltare la povertà, la rassegnazione e la persecuzione. Invece no Gesù è con i poveri contro la povertà e dalla parte di chi piange contro il dolore. Infatti Gesù ha scelto ciò che è povero e malato per cambiare radicalmente il mondo, per riuscire a seminare la pace e la giustizia in ogni cuore. Conclude dicendo di rallegrarsi ed esultare , perchè facendo nostre la beatitudini sarà grande la nostra ricompensa nei cieli. 
Gesù con le beatitudini ci chiede il coraggio di essere felici. Di uscire dagli schemi del mondo che opprimono il piccolo e il povero, per riconoscere in questo la grandezza di Dio. 
Beati quelli che inseguono in direzione ostinata e contraria la strada di Cristo.

Buona domenica 

Laura e Soufian

 

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: