Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Una storia finisce e un'altra comincia

Rubrica "Parola Viva" | Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini

a cura della fraternità di Cortona

Ascensione del Signore


Dal Vangelo secondo Luca (
24,46-53) 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno 
e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. 
Di questo voi siete testimoni. 
E io manderò su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall'alto». 
Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e fu portato verso il cielo. Ed essi, dopo averlo adorato, tornarono a Gerusalemme con grande gioia; e stavano sempre nel tempio lodando Dio.

 

Il vangelo di oggi è colmo di riferimenti e di spunti per la meditazione. Noi ne abbiamo scelti alcuni, legandoli alla promessa che oggi farà la nostra fraternità.  Per qualcuno di noi sarà la prima volta, altri invece lasceranno dopo molti anni questo cammino.

Lo stesso Vangelo quindi può dire la stessa cosa o mille altre diverse perché altrettanti sono i cuori che l’ascoltano. Ne abbiamo lasciati risuonare due: quello di Tommaso, che termina il suo cammino con la GiFra, e Gjovana che dirà la sua prima promessa.

Gjovana: Gesù, prima di ascendere, conduce i suoi verso Betània, per farlo sale su una collina dalla quale si vede Gerusalemme: fa quindi vedere agli apostoli la loro storia passata, il luogo della passione, morte e risurrezione, ma anche l’orto del Getsemani dove erano soliti riunirsi e tanti altri luoghi  pieni di ricordi degli ultimi tre anni di vita con Lui. Anche io mi sono ritrovata a guardare dall’alto la mia vita, cercando di individuare i momenti in cui Gesù mi è stato accanto e io sono stata capace di vederlo. Da oggi, vorrei sempre fare così e vivere la mia vita tenendo presente Gesù  nel mio piccolo quotidiano perché è così che dovrei vivere per gustarmi meglio ogni giorno.

Tommaso: Gesù con l’atto di salire al cielo conclude una storia, per aprirne una nuova. Anche io mi ritrovo a concludere un cammino bello, pieno e ricco di amici, di fratelli e di persone che mi hanno sempre di più avvicinato a Dio! Anche gli apostoli si accorgono che qualcosa “è finito”, ma nonostante tutto sono colmi di gioia, perché Gesù è ormai dentro di loro insieme a tanta gratitudine! Ecco quindi che chiudo questo capitolo della mia vita con la stessa Gioia, ringraziando costantemente per tutto ciò che ho ricevuto! 

 

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: