Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Essere umili per essere grandi

Rubrica "Parola Viva" - Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Lucignano


XXIX domenica del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Marco 10,35-45. 
In quel tempo, si avvicinarono Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo, dicendogli: «Maestro, noi vogliamo che tu ci faccia quello che ti chiederemo». 
Egli disse loro: «Cosa volete che io faccia per voi?». Gli risposero: 
«Concedici di sedere nella tua gloria uno alla tua destra e uno alla tua sinistra». 
Gesù disse loro: «Voi non sapete ciò che domandate. Potete bere il calice che io bevo, o ricevere il battesimo con cui io sono battezzato?». Gli risposero: «Lo possiamo». 
E Gesù disse: «Il calice che io bevo anche voi lo berrete, e il battesimo che io ricevo anche voi lo riceverete. 
Ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra non sta a me concederlo; è per coloro per i quali è stato preparato». 
All'udire questo, gli altri dieci si sdegnarono con Giacomo e Giovanni. 
Allora Gesù, chiamatili a sé, disse loro: «Voi sapete che coloro che sono ritenuti capi delle nazioni le dominano, e i loro grandi esercitano su di esse il potere. 
Fra voi però non è così; ma chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, 
e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti. 
Il Figlio dell'uomo infatti non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti». 

 

Oggi per la nostra fraternità è un grande giorno di festa, con gioia rinnoviamo la nostra promessa confermando il nostro “si” al Signore.
La parola di Dio suscita in noi una domanda: “Cos’è la grandezza?” il mondo di oggi ci propone una definizione distorta, vedendo la grandezza nel successo, nella prevalsa sugli altri e nel sentimento di superiorità. Ma per Dio è ben altro, lui ci insegna che la grandezza la si trova nell’umiltà.
L’umiltà del servire, dell’ascoltare in silenzio, del vedere in tutto ciò che ci circonda, Dio.

Essere servitori del prossimo è ciò che San Francesco, nostra guida e nostro esempio, ci insegna con la sua vita e proprio nel giorno in cui noi, fraternità di Lucignano, rinnoviamo le nostre promesse, questa Parola ci illumina sul cammino che dobbiamo percorrere ogni giorno. Una meta importante, forse lontana, ma che con Fede e con perseveranza possiamo raggiungere. 

GiFra Lucignano

 

Condividi:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenti: