Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

"Duc in altum!"

Preparazione al Capitolo Regionale - Parte 3

a cura di Fra Franco

Carissimi,

è con gioia che accolgo l’invito a condividere con voi alcune riflessioni (in vista del vostro prossimo Capitolo).

Nell’Esortazione Apostolica “Evangelii Gaudium”, al n. 6, Papa Francesco ci avverte che “ci sono Cristiani che sembrano avere uno stile di Quaresima senza Pasqua…” eppure “sempre rimane almeno uno spiraglio di luce che nasce dalla certezza personale di essere infinitamente amato, al di là di tutto”.

A partire proprio dalla forza dirompente di queste parole che vorrei provare a fornirci alcuni spunti per poter vivere la nostra vocazione francescana.

Leggi tutto: "Duc in altum!"

Una scoperta mediata da altri!

Preparazione al Capitolo Regionale - Parte 2

a cura di Fra Guido

I frati che erano stati inviati due a due in tutte le direzioni del mondo da San Francesco si ritrovavano inizialmente una volta l’anno alla Porziuncola, per fare il punto della situazione, raccontarsi le meraviglie del Signore, pregare insieme, verificarsi sulle attività e poi riprogrammare e riassegnare i vari compiti.

Leggi tutto: Una scoperta mediata da altri!

Un'occasione privilegiata!

Preparazione al Capitolo Regionale - Parte 1

a cura di Fra Valerio

Una riflessione sul senso del Capitolo per ogni famiglia francescana non può non rivolgere la prima attenzione alla volontà di Francesco d’Assisi, per il quale in ogni Capitolo bisognava leggere sia la Regola che il Testamento: «E in tutti i capitoli che fanno, quando leggono la Regola, leggano anche queste parole» (Test 37 = FF 129). La volontà di Francesco invita a considerare il Capitolo come un’occasione privilegiata per recuperare la memoria del fondamento, documenti e tradizione spirituale che costituiscono l’orizzonte normativo per la vita dei figli di Francesco, secondo la propria specifica vocazione. In questa prospettiva è importante sottolineare come la più attendibile ipotesi sull’origine delle Ammonizioni le metta in rapporto proprio con i Capitoli che ogni anno venivano celebrati presso santa Maria degli Angeli, all’interno dei quali «santo Francesco rivolgeva ai frati ammonizioni, riprensioni e precetti, come gli sembrava opportuno, dopo aver consultato il Signore» (AnonPer 37 = FF 1529). 

 

Leggi tutto: Un'occasione privilegiata!

"Oggi si è compiuta questa scrittura che voi avete ascoltato"

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Pontedera

III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Dal Vangelo secondo Luca 1,1-4;4,14-21

Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, così anch’io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.
In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode.
Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaìa; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:
«Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione
e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,
a proclamare ai prigionieri la liberazione
e ai ciechi la vista;
a rimettere in libertà gli oppressi
e proclamare l’anno di grazia del Signore».
Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato». 

Leggi tutto: "Oggi si è compiuta questa scrittura che voi avete ascoltato"

Le vere nozze della vita

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Livorno

II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Dal Vangelo secondo Giovanni 2,1-11
In quel tempo, vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.
Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d’acqua le anfore»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono.
Come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l’acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora».
Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

Leggi tutto: Le vere nozze della vita