Menu Principale



Prega Online

Siti Amici

Archivio Articoli

Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola!

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Cortona

XII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Dal Vangelo secondo Matteo 10,26-33

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli: 
«Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. 
E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo. 
Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!
Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

 

Leggi tutto: Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola!

Pane di vita!

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Cortona

SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO (ANNO A)

Dal Vangelo secondo Giovanni 6,51-58

In quel tempo, Gesù disse alla folla: 
«Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?». 
Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. 
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

 

Leggi tutto: Pane di vita!

Rubrica EPM - Gifra In Servizio. Gifra di Cortona

La nostra fraternità è atipica, il santuario di Santa Margherita è una ricettacolo di ragazzi da gran parte della Valdichiana, per diversi di noi è già un grande sacrificio essere presenti all' incontro settimanale, facendo chi 50 chi 30 minuti di macchina e rientrare a tarda sera con i vari impegni scolastici o lavorativi.

 

Questa dislocazione territoriale è una grande risorsa per la crescita della fraternità, ma un impedimento per la partecipazione assidua a progetti continuativi, abbiamo quindi puntato sul servizio al santuario per chi abita nelle vicinanze del convento (pulizia, mantenimento del bosco e del piazzale), la fraternità invece si riunisce per organizzare e gestire cene a tema per la beneficenza, ultimamente stiamo sperimentando anche i mercatini di beneficenza (per ora con non molto successo :(    ).

 

Ammetto che non siamo un gruppo da portare a modello per i giovani francescani nell'ambito del servizio, per questo puntiamo più sulla responsabilizzazione personale.

 

Essere cristiani significa vivere nel mondo con lo sguardo rivolto al prossimo, la Gi.fra. non è un'organizzazione benefica, ma una palestra per la vita, cercando di spronarci reciprocamente ad un servizio ed un’evangelizzazione individuale e quotidiana nel lavoro, nella scuola e nella società.

 

Gi.Fra. Cortona S. Margherita

 

 

La salvezza ... una luce colorata!

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di Cortona

SANTISSIMA TRINITA' (ANNO A)

Dal Vangelo secondo Giovanni 3,16-18

In quel tempo, disse Gesù a Nicodèmo: 
«Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. 
Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. 
Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio».

 

 

Leggi tutto: La salvezza ... una luce colorata!

Gesù risorto e asceso al cielo è il legame tra storia e regno eterno

Rubrica "Parola Viva"  -  Il commento al Vangelo della domenica a cura dei gifrini!

a cura della fraternità di San Romano

ASCENSIONE DEL SIGNORE (ANNO A)

Dal Vangelo secondo Matteo 28, 16-20

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. 
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

 

Leggi tutto: Gesù risorto e asceso al cielo è il legame tra storia e regno eterno